Elon Musk, punta sul Bitcoin che sale a livelli record

Giorni fa Elon Musk è riuscito a trovare un modo subliminale per sponsorizzare il Bitcoin, ovvero inserendo l’hashtag #Bitcoin nel suo status di Twitter.

Inizialmente è bastato solo questo per fare salire immediatamente il prezzo della criptovaluta. Poi quando ha annunciato che Tesla ha acquistato 1,5 miliardi di bitcoin, in poche ore il valore è schizzato a +30%, stabilendo un nuovo record a quota 47mila dollari.

In quest’ultimo periodo la moneta virtuale deve il suo successo a Musk, il neo influencer digital-finanziario.

Sono giorni che la moneta digitale non fa altro che segnare record su record, ma sempre con elevata volatilità.

Elon Musk: Tesla apre le porte al Bitcoin

In particolare tutto ciò sta accadendo al Bitcoin è per mano di Elon Musk. Recentemente il patron di Tesla ha comunicato alla SEC (Securities and Exchange Commission ), l’autorità di Vigilanza sulla Borsa degli Stati Uniti, di aver investito 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin, spostando quasi l’8% delle sue riserve in questa criptovaluta, per “aumentare la flessibilità, diversificare e massimizzare i rendimenti delle riserve in contanti“.

InoltreTesla ha anche riferito che accetterà pagamenti in Bitcoin per acquistare i suoi prodotti e auto.

Questo sì che è un evento storico, Tesla è la prima casa automobilistica che offre questo tipo di possibilità.

Ci saranno altre società che seguiranno questo esempio?  Molti vociferano che la prossima sarà la Apple.

Musk ultimamente con i suoi messaggi su Twitter sta facendo molto parlare di se, suscitando non pochi interrogativi.

Recentemente sta confessando pubblicamente il suo forte interesse e sostegno verso le criptovalute, in particolare per il Bitcoin e per il Dogecoin. A quest’ultimo ha sicuramente dato una forte spinta alle quotazioni che sono salite a +50% nel giro di 24 ore.

Cosa ne pensano le Autorità Finanziarie?

Le Autorità Finanziarie Internazionali sono in allarme. Continuano incessantemente a raccomandare cautela vista la volatilità di questi asset. Più sono volatili e più si alza il rischio di perdere tutto il capitale investito. Per questo motivo è fondamentale agire con coscienza e non in modo impulsivo.

Ad ogni post di Musk il prezzo del Bitcoin fa enormi salti, aumentando  del 3%, del 10% e anche del 20%, e questo per gli investitori può comportare un enorme rischio se non sono in grado di investire con prudenza e razionalità.

Nel frattempo le Banche Centrali per contrastare la diffusione di queste criptovalute stanno cercando di creare una loro moneta digitale.

Bitcoin tocca nuovi record

Dopo che Elon Musk ha pubblicato uno dei suoi tweet con riferimento al bitcoin questa è aumentata fino al 3% e anche molto di più.

In quest’ultimo periodo l’andamento del prezzo sembra essere fortemente condizionato dai social network.

Uno degli ultimi post su Twitter ha fatto aumentare di 2.000 dollari il valore della criptovaluta portandolo a circa 46mila dollari nel giro di poche ore, toccando così un nuovo record.

Ma dopo che Tesla ha rivelato un investimento in Bitcoin di $ 1,5 miliardi ha spinto il prezzo a un altro record di 48 mila dollari .

Ultimamente ci stiamo abituando ai record del Bitcoin, che si susseguono uno dopo l’altro, sembrerebbe senza fine.

C’è chi aspetta che il Bitcoin arrivi a quota 50.000 dollari, altri invece sono convinti del fatto che presto tocchi i 100.000 dollari. Un fatto è certo, se si continua con questo ritmo tutte le previsione si avvereranno prima del tempo supposto.

Ormai anche le più importanti istituzioni e società cominciano a interessarsi seriamente a questa criptovaluta, lo abbiamo visto appunto con Tesla. Molto probabilmente non sarà l’unica, ne seguiranno altre.

Il bitcoin agli occhi degli investitori sta acquisendo sempre più credibilità, c’è persino chi pensa che in futuro possa prendere il posto dell’oro come bene rifugio.

Criptovalute: Opinioni degli esperti

Ci sono analisti che asseriscono che siamo solo all’inizio dell’adozione, da parte delle aziende, delle criptovalute come pagamento per acquistare i loro servizi e strumenti.

Secondo Nathan Cox, Chief Investment Officer della società di investimento “Two Prime“, le valute digitali stanno iniziando a svolgere un ruolo più importante nella gestione del bilancio.

C’è chi pensa che le decisioni di Tesla siano state delle mosse strategiche, dove lo scopo principale sia stato molto probabilmente quello di conquistare ciò che ormai copre buona fetta di mercato.

Altri importanti analisti pensano che sia soltanto una questione di tempo che il Bitcoin raggiunga quota 50.000 dollari. Sembrerebbe che al momento non ci sia, da gran parte degli investitori, molta voglia di vendere.

Degli analisti pensano persino che Elon Musk abbia esposto Tesla a un enorme rischio dopo aver investito 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin. Esattamente sono preoccupati che questo investimento possa fare accrescere volatilità alle azioni di Tesla.

Dall’altra parte c’è chi invece pensa il contrario, ovvero che la decisione di Tesla di accettare come forma di pagamento il Bitcoin è stata una mossa scaltra che in futuro le porterà molta liquidità.

Ad ogni modo non tutti sono sicuri se i benefici supereranno i rischi, effettivamente è ancora molto presto per saperlo.

Leave a Reply