swing trading

Swing Trading: ottima strategia di Trading Online

La strategia Swing trading è molto semplice da mettere in pratica, infatti viene utilizzata sia dai trader professionisti che dai trader principianti.

Vediamo esattamente di cosa si tratta. Letteralmente swing (termine inglese) significa “oscillazione”. Quindi si fa trading in un breve lasso di tempo, dove la propria posizione varia in base all’oscillazione dei prezzi che possono salire verso l’alto oppure scendere verso il basso.

In pratica è un sistema basato sull’apertura di una posizione, che può essere long o short, che deve essere chiusa nell’arco di pochi giorni.

A differenza delle altre strategie come intraday trading che prevede la chiusura della posizione nel breve termine, oppure come buy and hold trading che prevede di tenere aperta una posizione per un lungo periodo, Swing trading si colloca in una posizione intermedia.

Swing Trading: come funziona?

Il trader per utilizzare al meglio la strategia Swing trading e quindi, per riuscire a trarre dei profitti dal proprio investimento è fondamentale che scelga un mercato che si trova in uno specifico trend direzionale che può essere sia rialzista che ribassista.

Quindi bisogna fare attenzione  a quando i prezzi si allontanano di netto dal trend principale così da poter aprire la posizione indirizzandosi verso una retrocessione dei prezzi vicino al trend stesso.

Vanno osservate attentamente le oscillazioni del prezzo di quel determinato asset, sta poi al trader capire quando è il momento giusto di investire.

Una volta aperta la posizione si può decidere di chiuderla dopo pochi giorni o al massimo dopo un mese.

È importante ottenere il massimo rendimento dal trend favorevole per un breve periodo.

Come utilizzare la strategia Swing trading?

Per vedere se il mercato è in trend, molti trader si servono degli indicatori.

Come potete immaginare si ha la possibilità di scegliere tra vari indicatori che possono segnalare l’andamento del mercato.

Si può decidere di utilizzare uno o più indicatori contemporaneamente, in modo tale da ridurre il rischio di imbattersi in falsi segnali.

Tra gli indicatori, il più utilizzato è la media mobile semplice (SMA, Simple Moving Average), anche chiamato media aritmetica.

Il trader una volta che ha appreso tutto il necessario dovrà fare attenzione a chiudere la posizione in un lasso di tempo che non dovrà essere molto lungo da rischiare il cambio di direzione del prezzo, ma nemmeno troppo breve da limitare i guadagni.

Massimiliano Diamanti

Trader professionista laureato presso la facoltà di Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari della LUISS di Roma, appassionato di trading online CFD e Forex Trading.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *