Trading CFD Rischi e Vantaggi

Trading CFD Rischi e Vantaggi

I CFD (Contract for Difference) sono strumenti finanziari che permettono appunto di investire nel mercato finanziario.

Di per se, come forma di trading online che si rispetti, comporta dei rischi.

Prima di iniziare è bene vedere soprattutto se il trading CFD è adatto al vostro stile di trading, quindi è bene comprendere pienamente i rischi e i vantaggi ad esso legati.

Più avanti vedremo più dettagliatamente le caratteristiche dei CFD e come funzionano e vedremo anche l’importanza dei broker online.

Cos’è il Trading CFD e come funziona?

CFD è l’acronimo di Contract for Difference, che in italiano è stato tradotto come Contratti per Differenza.

In sostanza si tratta dell’accordo tra il trader e il broker in questione, dove appunto viene effettuato un “contratto”.

Con questo tipo di investimento non si stanno realmente comprando o vendendo beni, ma si sta puntando sul loro rialzo.

Il trader dovrà versare lo spread, ovvero la commissione prevista per ogni operazione aperta. La somma viene calcolata in base alla differenza tra il prezzo di vendita e il prezzo di acquisto.

In particolare si tratta di prodotti a leva, e questo sta a significare che si utilizza la Leva Finanziaria che può partire da 1:1 a salire, questo varierà da broker a broker e dal tipo di bene.

Con il trading CFD si può investire sul movimento di prezzo di asset come azioni, materie prime, indici azionari, coppie di valute e molto altro ancora.

Il trader come guadagna dal trading CFD? La sua attività consiste nel comprare quel determinato asset sottostante se pensa che nel futuro il suo prezzo crescerà (posizioni Long), al contrario dovrà vendere se pensa che nel futuro il suo prezzo si abbasserà (posizioni Short). Quindi nel primo caso guadagnerà solamente quando il prezzo dell’attività sottostante aumenterà, invece nel secondo caso guadagnerà solamente quando il prezzo dell’attività sottostante diminuirà.

Rischi e pericoli nel Trading CFD. Quale Broker scegliere?

Rischi e pericoli nel Trading CFD Quale Broker scegliere

In generale il Trading online non può essere praticato senza la presenza di un Broker online.

Esattamente si tratta di intermediari che permetto ai trader di accedere alla Borsa e di effettuare l’investimento.

Sono società autorizzate dalla legge ad esercitare servizi di investimenti finanziari nei riguardi del pubblico.

Si parla di imprese di investimento come la banca, ma ci sono anche altri tipi si società come quella di gestione del risparmio (SGR), oppure quelle comunitarie ed extracomunitarie che hanno sede legale nell’EU, e altre ancora.

Si parla sempre di società legali e quindi autorizzate. Gli intermediari generalmente in Italia sono controllati dalla CONSOB, e per l’Europa dalla CySEC, invece le banche sono controllate dalla Banca d’Italia.

Per quanto riguarda gli enti regolatori vi consigliamo di andare a visitare il sito della CONSOB.

Dunque nel trading online e quindi anche nel trading CFD abbiamo bisogno di intermediari, ovvero di coloro che si pongono tra il trader e il mercato finanziario.

Gli intermediari in inglese sono conosciuti come broker. Quindi i broker online non sono altro che intermediari finanziari che mettono a disposizione servizi e strumenti di investimento tramite piattaforme di trading online.

Piattaforme selezionate di Trading Forex e CFD

Broker Caratteristiche Demo

logo broker etoro

BROKER DEL MESE!
Licenza: CySEC-FCA
Social Trading
Conto Demo di 100.000€!

Licenza: CySEC
Nessun Deposito Minimo!
Conto Demo 100.000€!

logo broker 24option

Licenza: CySEC 100%
Broker Regolamentato!
Conto Demo di 100.000€!

logo broker iqoption

Licenza: CySEC
Fai trading con soli 10€! Conto Demo di 100.000€!

logo broker Plus500

Licenza: CySEC
100% Regolamentato
Conto Demo di 100.000€!

logo broker Avatrade

Licenza: CySEC
100% Regolamentato
Conto Demo di 100.000€!

logo broker markets.com

Licenza: CySEC
Conto Demo di 100.000€!

logo broker alvexo

Licenza: CySEC
100% Regolamentato
Conto Demo di 50.000€!

Il Trading CFD non è una Truffa

Il Trading CFD sono degli strumenti finanziari dove viene utilizzata la Leva Finanziaria e quindi di conseguenza sono rischiosi.

Con i CFD perciò si può andare incontro a delle perdite, ma non per questo il trading deve essere considerato una truffa.

È importante quindi imparare a gestire i rischi in maniera corretta, tutelandosi ad esempio impostando lo stop loss, il take profit e molto altro ancora.

Non c’è dubbio che la leva possa essere rischiosa, ma con i dovuti accorgimenti si può riuscire a non perdere tutto il capitale investito.

Un altro modo per non rischiare i propri soldi è affidarsi a broker professionali. Oggi nel web ci sono società gestite da persone che mirano solamente a impossessarsi dei soldi dei poveri malcapitati.

Solo in questo modo si possono evitare le truffe. Ogni broker ha il suo sito ufficiale e quindi è facile accertarsi se si tratta di una società legale. Sul loro sito devono essere presenti le informazioni sulla società dove appunto sono riportate anche le autorità regolamentari.

Rischi e pericoli nel Trading CFD. La leva finanziaria

Rischi e pericoli nel Trading CFD La leva finanziaria

La Leva Finanziaria nel Trading CFD affascina particolarmente i trader perché gli da la possibilità di investire su posizioni più grandi in confronto a quello che realmente si può negoziare con il proprio capitale.

Quindi la leva permette di investire solo una piccola parte del proprio capitale negoziando su una posizione di valore molto più alta.

In questo modo con un deposito molto basso si possono ottenere anche degli ottimi profitti.

Fino ad ora abbiamo parlato degli aspetti positivi, ma si deve mettere in conto che come può aumentare le vincite la leva allo stesso tempo può aumentare le perdite.

Questo sta a significare che si possono ottenere ottimi guadagni anche in brevissimo tempo effettuando investimenti minimi ma contemporaneamente si può andare incontro a delle fortissime perdite.

Solitamente i broker regolamentati mettono a disposizione strumenti come lo Stop Loss che permette ai trader di chiudere le posizioni in automatico quando sono in perdita una volta che raggiungono il livelli precedentemente impostati.

In questo modo per ogni investimento si può pianificare il massimo rischio che può essere raggiunto.

Per ogni operazione con leva è previsto il margine di garanzia. In questo modo il broker si assicura una parte di denaro che viene calcolato in percentuale sull’importo investito, dove in caso di esito positivo viene ridato al trader.

Il margine cambia in base allo strumento e al titolo, ma tutti questi dettagli li trovate riportati direttamente sul sito del broker di riferimento.

Esempio pratico di Leva Finanziaria

Mettiamo il caso che si vuole negoziare su 1.000 euro di azioni non si devono investire 1.000 euro ma solo una parte.

Dunque se ad esempio la leva finanziaria è di 1:20 non si devono versare appunto 1.000 euro ma solamente 50,00 euro.

Proprio per questo motivo si sono avvicinati al trading CFD sempre più persone. È un’attività indicata per tutti, ma in particolare a chi non possiede enormi capitali.

Trading CFD. L’importanza dell’analisi tecnica

L’analisi tecnica nel trading CFD per essere utilizzata servono delle capacità e conoscenze specifiche.

Non è proprio una passeggiata, quindi prima di farne uso è bene possedere delle determinate competenze.

Nell’attività di trading l’analisi tecnica non si può non considerare.

L’analisi tecnica richiede l’utilizzo di precisi indicatori. Al giorno d’oggi ci sono molti strumenti a disposizione dei trader. Ci sono gli indicatori di trend di ogni tipologia.

Sicuramente chi è alle prime armi si potrà trovare un po disorientato nella scelta dell’indicatore più conforme alle proprie esigenze.

Generalmente i broker online mettono a disposizione dei propri clienti indicatori gratuiti, ma ci sono anche quelli a pagamento. Non bisogna dubitare ne dell’uno ne dell’altro, l’importante è che vengano pubblicati da società attendibili.

In pratica gli analisti analizzano i grafici e in particolare prendono visione dei dati storici a seguire tramite l’utilizzo degli indicatori.

Ma a cosa serve l’analisi tecnica? In specifico permette di conoscere gli andamenti del titolo da un punto di vista matematico e statistico. In questo modo si cerca di aumentare le possibilità di centrare il momento esatto per aprire il trade.
Tutto questo esaminando i grafici e studiando gli indicatori.

È importante prendere come riferimento i migliori indicatori di analisi tecnica. Per capire quali sono il trader non deve fare altro che provarli e questo lo può fare gratuitamente tramite il Conto Demo che permette appunto di esercitarsi utilizzando il denaro virtuale.

Si possono utilizzare più di un indicatore allo stesso tempo è l’unico modo per svolgere l’analisi tecnica in maniera corretta e completa. Sicuramente si ottengono segnali più affidabili per la propria strategia di trading.

La Psicologia del Trader

Chi pensa che il trader è semplicemente un gioco si sbaglia.

Dietro a ogni trader professionista c’è una forte preparazione, sono persone che hanno accumulato anni di esperienza.

Il trading online è una vera e propria attività di investimento dove si investono soldi veri. I trader cercano di guadagnare investendo sui mercati finanziari.

Dunque non ci si improvvisa trader. Chi riesce a ottenere ottimi profitti è perché ha imparato ad amministrare in maniera razionale ed efficace il capitale investito.

Quando prevale l’emotività non si riescono a prendere le giuste decisioni perché o si è guidati dalla paura oppure dalla troppa euforia e di conseguenza si fanno azioni avventate.

Nel trading online la psicologia del trader ha un ruolo determinante.

Generalmente all’inizio, a causa della poca esperienza, il trader si fa condizionare soprattutto dalle paure. Poi man mano che si esercita riesce a gestire l’emotività e a mettere in pratica in maniera razionale tutto quello che ha imparato.

Infatti i trader esperti avendo una buona conoscenza di tutti gli strumenti e quindi del trading online sono capaci di realizzare strategie vincenti.

In conclusione vi diciamo che le qualità necessarie per svolgere al meglio il trading online sono ad esempio possedere nervi d’acciaio, essere determinati, essere in grado di gestire il rischio e anche essere guidati dal buon senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *