Trading Criptovalute Guida e Consigli Utili [2021]

In questa guida sul trading Criptovalute vogliamo fornirvi le opinioni e i consigli per riuscire nel migliore dei modi ad effettuare investimenti mirati e fruttosi. Il mondo delle criptovalute è vasto e se ci si avvicina solo ora è importantissimo utilizzare solo brokers seri e conformi alle normative europee. Ora e nei mesi scorsi si è sentito parlare molto di criptovalute, di Bitcoin, di Dogecoin e via dicendo, certamente non tutti sanno realmente il loro funzionamento e le tecniche per fare trading.

Questa guida per investire con le criptovalute vuole essere semplice ma allo stesso tempo informativa e mirata, sia sul come investire, che su quali criptovalute comprare. In primo luogo per fare trading sulle criptovalute è necessario registrarsi ad un broker di trading online. Ce ne sono molti, ma alcuni purtroppo non godono delle certificazioni (CySEC e CONSOB) che attestano la loro sicurezza e veridicità.

Il nostro consiglio è quello di iniziare tramite il Conto demo, con un deposito virtuale di 100.000$, una delle piattaforme testate dal nostro staff è eToro, il quale oltre ad offrire il conto demo gratuito vi permette anche di provare sempre nella modalità demo, la piattaforma di Social trading. Apri un Conto Demo Gratuito con il broker eToro Dedicarsi ad investire in criptovalute è ormai diventato davvero comune. Se inizialmente infatti era un ambiente riservato principalmente a un gruppo ristretto di esperti, attualmente le possibilità di investire online sono aperte a tutti, persino agli utenti alle prime armi. Il motivo è senza dubbio costituito dagli alti profitti che questo tipo di attività può generare.

Tuttavia, se affrontato senza la cautela richiesta, può portare anche a delle perdite importanti. Dunque è opportuno capire che è un ambiente molto stimolante che però non va preso come un gioco, in quanto si investe il proprio denaro. È opportuno quindi investire anche il proprio tempo, impegno e strumenti adatti se si vogliono ottenere risultati strabilianti.

Nella presente guida di Trading Criptovalute per principianti verrà appunto trattata la metodologia per i tipi di investimenti in valute digitali destinata ad un pubblico di principianti. Inoltre, presenteremo anche le criptovalute più conosciute e le piattaforme più adatte per operare.

Cosa è il Trading Criptovalute?

A detta di molti utenti alle prime armi, investire in criptovalute ha prettamente il significato di acquistare criptovalute e attendere l’aumento del prezzo per poi rivenderlo. Tuttavia, non sempre questo tipo di approccio porta a dei vantaggi e vediamo perché. Ad esempio, nel 2017, il prezzo delle criptovalute salì esponenzialmente, dunque gli investitori che acquistarono criptovalute in quell’anno guadagnarono moltissimo. L’anno seguente, però, il valore delle criptovalute crollò, i principianti persero molto denaro, mentre i più esperti accumularono nuovi profitti.

In che modo? Beh, essenzialmente poiché essendo a conoscenza delle basi degli investimenti, hanno capito che acquistarle non era l’unico modo per trarre profitto. Le migliori piattaforme di investimento sul mercato, difatti, mettono alla fruizione dell’utente due tipologie di operazioni: la prima è acquistare criptovalute, per poter trarre guadagno nel momento in cui sale il valore delle criptovalute; la seconda, invece, consiste nel vendere allo scoperto le criptovalute, per poter guadagnare quando invece il valore diminuisce.

Questa seconda opzione è di carattere speculativo e crea profitti solo nel momento in cui il valore di un qualsiasi titolo finanziario diminuisce. Si definisce “allo scoperto” poiché non occorre aver acquistato prima di vendere. Alla luce di questo, è chiaro intuire che, quando si parla di trading di criptovalute, bisogna comprare quando il prezzo sale, vendere allo scoperto quando sta per scendere.

Quali sono le migliori piattaforme per criptovalute?

Sfortunatamente non tutte le piattaforme che consentono di fare trading con criptovalute offrono l’opportunità all’utente di poter vendere allo scoperto. Vi sono diversi tipi di piattaforme, alcune molto facili nell’utilizzo, altre meno intuitive, alcune che richiedono commissioni e altre ancora completamente gratuite. Proprio per questo abbiamo operato una selezione su quali a detta nostra sono le migliori piattaforme per chi inizia ad investire in questo tipo di valuta.

Le caratteristiche principali sono la semplicità nell’uso e l’assenza di commissioni.

Come fare Trading criptovalute su eToro

Logo eToro

Logo eToro

eToro è tra le piattaforme di Social Trading migliori e più usate per investire in criptovalute, anche per i principianti sia per la facilità di usarla, sia perché fornisce all’utente la possibilità di copiare automaticamente le mosse degli investitori più esperti.

La conseguenza è che in questo modo i principianti potranno ottenere gli stessi profitti che ottengono i veri esperti di trading. In che modo?

È molto semplice, attraverso il nuovo strumento Copytrading si possono cercare i trader che hanno avuto maggiori guadagni. Il software automaticamente replicherà tutte le loro operazioni. In questo modo i principianti avranno il doppio beneficio di ottenere subito i risultati degli esperti e apprendere come investire in criptovalute e il tutto può essere fatto anche con il Conto Demo gratuito.

Maggiori informazioni: RecensionE del broker eToro

Apri un Conto Demo Gratuito con il broker eToro

Come fare Trading criptovalute con 101investing

Logo 101Investing

Logo 101Investing

Il broker 10Investing è una piattaforma non molto conosciuta, ma che ha ottime credenziali, infatti è pluripremiato. Unica differenza dagli altri brokers da noi recensiti che non ha conto demo gratuito, perciò se vorrete iscrivervi sarà necessario iniziare tramite il conto Live.

101Ivesting offre l’opportunità di utilizzare la Metatrader e anche l’app per dispositivi mobili.

Potrete scegliere tra 4 tipi di conto deposito, che sono i seguenti: Argento, Oro, Platino e Pro esclusivo. Ogni conto ha delle differenze sia per quanto riguarda il costo della registrazione che le caratteristiche interne.

Maggiori informazioni: Recensione broker 101investing

Apri un Conto Demo Gratuito con il broker 101investing

Quali sono i rischi nel Trading Criptovalute?

Se si vuole fare trading di criptovalute è opportuno non sottovalutarlo e analizzare non solo i possibili benefici che si possono apportare, bensì anche i rischi che si possono correre. Innanzitutto, scegliere la giusta piattaforma è fondamentale, regolamentata, semplice da usare, affidabile.

Il rischio che si corre è quello di incontrare tra le più svariate truffe, piattaforme comprese.

Proprio per questo è necessario rivolgersi solamente a piattaforme autorizzate e regolamentate, le quali rispettano tutte le norme europee a tutela degli investitori.

Vi sono infatti enti europei e italiani che si occupano di controllare rigidamente e imporre sanzioni a qualsiasi tipo di violazione. Oltre ai rischi legati alle possibili truffe, gli utenti correranno rischi che non possono essere previsti né evitati, ovvero quelli legati al mercato delle criptovalute.

Effettivamente abbiamo già parlato della volatilità di esse, di conseguenza di come la loro quotazione può aumentare ma anche diminuire in modo repentino. Per potersi destreggiare in questo mercato, innanzitutto bisogna essere consapevoli del fatto che non bisogna solamente acquistare, ma anche vendere in determinati periodi. Inoltre, bisogna accettare il fatto che tutti possono commettere errori in quanto nessuno è infallibile.

Dunque coloro i quali vogliono investire in criptovalute devono usare degli strumenti per cercare di limitare i rischi.

Quali strumenti possono essere usati per poter controllare il rischio?

Il primo si chiama Money Management. Consiste nel non concentrare l’intero capitale a disposizione su un’unica operazione ma di dividerlo in quote minori poiché in caso di perdita si tratta di una quota piuttosto ingente.

Per di più, le migliori piattaforme di cui abbiamo parlato offrono uno strumento chiamato Stop Loss che permette di selezionare in anticipo la massima perdita che si è disposti a subire per ogni operazione.

Questa possibilità, purtroppo, non è conosciuta da molti principianti, il che li conduce a subire molte perdite ottenendo pessimi risultati. È opportuno anche menzionare che tramite le migliori piattaforme si può fare trading iniziando con una piccola somma che varia dai 10 ai 250 euro, il che permette allo stesso tempo di minimizzare i rischi.

Perché fare Trading nelle Criptovalute

Le criptovalute sono di certo molto amate e odiate nello stesso momento, i più conservatori non le vedono di buon occhio, ma questo non vuol dire che fare trading sulle criptovalute sia da scartare. Certamente come per ogni investimento è necessario essere cauti e non partire in quarta, ma bensì fare pratica con il conto demo gratuito fornito dai migliori brokers.

Le Criptovalute hanno raggiunto e consolidato il loro spazio all’interno dell’economica mondiale.

Oramai queste monete decentralizzate sono utilizzate per pagare servizi oppure beni, si pensi a PayPal che ha introdotto le criptovalute nelle sua piattaforma. Inoltre alcuni governi come la Nuova Zelanda hanno iniziato a far pagare sia le tasse che gli stipendi in Crypto.

Fino ad ora le criptovalute non erano mai state prese così sul serio.

Detto ciò investire in Bitcoin e fare trading su di esse è certamente interessante e al passo con i tempi.

Le principali caratteristiche delle Criptovalute

Veniamo al dunque e svisceriamo le caratteristiche di alcune criptovalute, per iniziare queste monete virtuali viaggiano sull’etere. Alcune criptovalute nascono di per sé infinite o meglio la loro produzione è enorme, altre invece come il Bitocin hanno una fornitura limitata che fa si che il suo valore cresca in modo elevato.

Come sono nate le Criptovalute

Le criptovalute sono nate nel 2009, o meglio il Bitcoin è nato in quel periodo. Ad oggi ancora non si è certi chi sia stato il vero inventore, infatti il nome dato allo sviluppatore della prima criptovaluta è Satoshi Nakamoto, nome di fantasia.

A seguire del Bitcoin sono state sviluppate altre criptovalute, come l’Ethereum, la quale ha delle caratteristiche migliori al Bitcoin, infatti è molto più veloce e le sue transazioni sono più sicure. Di seguito vedremo alcuni degli aspetti tecnici che contraddistinguono le criptovalute, come ad esempio la Blockchain.

La Blockchain

La Blockchain è la struttura in cui viaggiano le criptovalute, tale struttura fa si che si possano effettuare le transazioni, tra una parte e l’altra. La Blcokchain è come se fosse un registro, che rimane aperto e dove tutte le transazioni vengono catalogate in ordine cronologico.

Le transazioni che vengono effettuate tramite la Blockchain si basano su di un sistema chiamato Peer-to-Peer, tale sistema lo possiamo raffigurare come dei nodi nella rete. Questa operazione genera dei blocchi che sono collegati tra di loro, il sistema crittografico è veramente sicuro e verificabile.

Se vi state chiedendo se vi sia un’unica Blockchain per tutte le criptovalute, la risposta è no. Ogni Crypto ha una sua Blockchain con delle caratteristiche differenti, in termini di velocità e sicurezza. Di aspetti tecnici ce ne sono molti altri, ma per iniziare a fare trading sulle criptovalute è necessario conoscere i brokers che ce lo permettono, nel prossimo paragrafo tutte le informazioni per investire in criptovalute nel modo giusto.

I migliori brokers per fare Trading sulle Criptovalute

Di brokers nel web ce ne sono molti, noi di Tradingonlineguida.it vi proponiamo solo i migliori, i più affidabili e con costi bassissimi o inesistenti. Ora uno sguardo alle peculiarità che un broker deve assolutamente avere:

  • Certificazioni che attestano la sua veridicità e trasparenza;
  • Conto demo gratuito (Se siete principianti è fondamentale);
  • Piattaforma intuitiva e semplice da utilizzare;
  • Una vasta scelta di criptovalute.

Prima di accedere ad un broker è necessario verificare tali punti. Forse non conoscete tutte le criptovalute e forse nemmeno le principali, nel prossimo paragrafo tutte le informazioni necessarie per fare trading sulle criptovalute.

  1. eToro Recensione e opinioni;
  2. 101investing Recensione e opinioni;
  3. XTB Recensione e opinioni;
  4. Markets.com Recensione e opinioni;
  5. iq option Recensione e opinioni;
  6. Plus500 Recensione e opinioni;
  7. Avatrade Recensione e opinioni.

Quali sono le principali Criptovalute?

Le principali criptovalute sono 10, ognuna ha delle caratteristiche differenti, sia per costo che per total supply. La maggior parte di voi, quando pensa alle criptovalute pensa al Bitcoin, certamente è molto ambito e amato, ma non esiste solo quello, anzi ce ne sono molte altre.

Alcune delle criptovalute che vi andremo ad elencare e recensire hanno dei costi inferiori e sono tutte presenti sui brokers da noi recensiti.

Bitcoin (BTC)

Abbiamo già parlato nel corso dell’articolo del Bitcoin, ma è bene dedicargli un paragrafo a sé. Il Bitcoin ad oggi ha un valore di circa 43 mila dollari e il suo Max Supply è di 21.000.000, attualmente le monete in circolazione sono oltre 18.000.000. Il valore del Bitcoin come per ogni criptovaluta oscilla in modo repentino, infatti questo mercato è di certo il più instabile. La nostra guida vuole fornirvi tutte le armi necessarie per poter capire come fare trading Bitcoin, in modo semplice e sicuro.

Ethereum (ETH)

La nascita di Ethereum risale al 2015 dal programmatore Vitalik Buterin. Ethereum ha dei costi molto ridotti se messi a confronto con il Bitcoin, ma non per questo è da scartare, dato che è la seconda per capitalizzazione. La criptovaluta Ethereum vi permette di stipulare dei contratti intelligenti, questi contratti vengono chiamati Smart Contract e non hanno bisogno di intermediari. Ethereum essendo una criptovaluta famosa, lasciatemi il termine, è presente sui maggiori Brokers di trading online come ad esempio eToro e 101investing.

Ripple (XRP)

La criptovaluta Ripple è in circolazione dal 2013, questa criptovaluta è open source e può essere scambiata sia con le valute Flat che con altre valute digitali. Le transazioni di Ripple sono state studiate per essere veloci, ma purtroppo non sono troppo economiche. Attualmente Ripple ha un valore di circa 1,55 dollari e la sua capitalizzazione è di 54.776.929.403. Il Max Supply di Ripple è di 100.000.000.000. La criptovaluta XRP è presente in svariati brokers, come 101Investing.

Litecoin (LTC)

Un’altra criptovaluta non molto conosciuta, ma realmente valida è Litecoin. Questi brokers hanno nella loro offerta la criptovaluta Litecon. Il valore di Litecoin varia intorno ai 290 Dollari, il Max Supply è di 84.000.000.

Monero (XMR)

Monero è certamente tra le criptovalute minori la più conosciuta, Monero è nata nel 2014 e il suo sviluppo è stato sempre incentrato per aumentare la sicurezza sulle transazioni e implementare la privacy. Monero si basa su di un protocollo differente dal nome CryptoNote, questo protocollo è stato ideato per aumentare la sicurezza negli scambi.

Stellar (XML)

La fornitura massima di Stellar è di 50.000.000 e ad oggi in circolazione ce ne sono 23.14B. Stellar è una criptovaluta molto promettente e il suo valore è realmente abbordabile. La piattaforma di Stellar è Open source, il suo software funziona in modo differente dagli altri e si basa su di una rete aperta e decentralizzata. La velocità di Stellar è tra le più potenti e la sua rete riesce a mantenersi sincronica abbassando i costi. Anche Stellar è presente nei brokers da noi recensiti.

Dash (DASH)

La criptovaluta Dash è nata nel 2014 ed sviluppata con un sistema Open Source, un tempo veniva utilizzata nel Dark Net, ma poi passò a situazioni più legali. Dash ha una struttura Open Source, decentralizzata ed autonoma. L’estrazione della criptovaluta avviene tramite un processo chiamato Mining e il suo algoritmo è basato su 11 tecniche crittografiche. Il Max Supply di Dash è di 18.900.00 e ad oggi il suo valore è di circa 260 Dollari. Dasch è presente sul broker eToro e su XTB, potrete provare entrambi i brokers tramite il conto demo gratuito.

Bitcoin Cash (BCH)

Il Bitcoin Cash è una criptovaluta relativamente nuova, la sua messa sul mercato risale al 2017 e da quel momento è aumentata sempre di valore, ad oggi vale circa 900/1000 Dollari. Il Bitcoin Cash si tratta di un Hard Fork della blockchain del Bitcoin, possiamo anche definirlo un aggiornamento del software bitcoin. La fornitura massima di Bitcoin Cash è uguale a quella del Bitcoin, ovvero 21.000.000. Bitcoin Cash è una criptovaluta decentralizzata, quindi non necessita di autorizzazione, sfrutta la tecnologia peer-to-peer.

EOS (EOS)

La piattaforma EOS è stata lanciata nel 2018 ed è capace di fornire un’alta velocità sia per le transazioni che per le applicazioni Mission-Critical. Gli sviluppatori di EOS hanno voluto creare una piattaforma altamente configurabile, inoltre EOS può anche essere programmata per la logica aziendale. La criptovaluta EOS è presente sul broker 101Investing. La fornitura massima di EOS è di 1.029.673.331 e il suo valore è di circa 8,12 Dollari.

Cardano (ADA)

La criptovaluta Cardano viaggia sopra una Blockchain proof-of-stake, la prima ad essere stata sviluppata su metodi basati sull’evidenza. Cardano è una criptovaluta di ottima qualità, anche se il suo valore non è dei più alti è un investimento interessante. Il Total Supply di Cardano è di 45.000.000.000 e la fornitura in circolazione è di 31.95B.

Cardano è presente sul broker eToro.

Ora che vi abbiamo presentato le criptovalute più promettenti, concentriamoci sul come fare trading.

Come fare Trading Criptovalute

Per iniziare a fare trading sulle criptovalute è necessario, come abbiamo anticipato iscriversi ad un broker che vi faccia da tramite. Il trading a differenza di comprare le criptovalute tramite gli Exchange, vi permette di effettuare investimenti più sicuri, dato che non andrete ad acquistare la criptovaluta in sé, ma vi speculerete sopra con il CFD. Questo vuol dire che aprirete delle posizioni sia al rialzo che al ribasso, ottenendo dei benefici sia se il prezzo della Crypto scelta salga oppure scenda. Inoltre i brokers di trading sono dotati di alcuni strumenti che arginano le perdite, tali strumenti si chiamano Stop loss e Take profit. I passaggi da seguire per fare trading sulle Criptovalute:

  • Iscriversi ad un brokers tramite il conto demo;
  • Accedere al vostro account e fare pratica con i soldi virtuali caricati dal broker;
  • Scegliere una criptovaluta;
  • Verificare gli andamenti;
  • Aprire una posizione sia al rialzo che al ribasso;
  • Seguire l’andamento.

Solo dopo che avrete preso confidenza con il mercato e con gli strumenti, allora vi consigliamo di passare al conto Live. Di seguito le recensioni dei migliori brokers per investire in criptovalute.

Su quali criptovalute conviene fare trading?

Di seguito possiamo trovare una breve presentazione di quali sono le principali criptovalute in cui è opportuno investire. Su eToro, ad esempio, sono tutte disponibili per poter fare trading con esse.

Trading Bitcoin

Difficile da credere, ma una moneta digitale può avere un valore che supera migliaia di $. I Bitcoin sono formati da linee di codice che non hanno un vero e proprio valore. Tuttavia, i mercati li valutano a migliaia di $. I Bitcoin hanno valore poiché i costi di transazione sono molto bassi, se paragonati a quelli delle carte di credito. Inoltre, costituiscono una risorsa limitata in quanto il numero totale fissato dal loro creatore Satoshi Nakamoto è di 21 milioni, quindi nel tempo sarà più difficile reperirli. Il loro tasso di produzione si dimezza ogni quattro anni ed è previsto lo stesso nel 2020. Maggiori informazioni: Come fare Trading Bitcoin.

Trading Bitcoin Cash

Esso, indicato con l’acronimo BCH, si basa su Bitcoin, di conseguenza le modalità di funzionamento sono le stesse. La sua blockchain funziona come se fosse un libro mastro per le transazioni. L’autenticazione a blocchi avviene tramite un algoritmo di “prova del lavoro”, il quale consente agli utenti la sua estrazione. Inoltre, esiste un limite di fornitura relativo alla quantità di coin che possono essere prodotti. Questa valuta nasce per rimediare ad alcuni svantaggi legati al Bitcoin, dunque le prospettive future sembrano promettenti.

Trading Ethereum

Ethereum è divenuto molto famoso come sostituto dei Bitcoin. La differenza con quest’ultimo è che è stato abbracciato come metodologia di transazione da molte aziende e startup. Nelle varie battaglie tra criptovalute, Ethereum è percepito come il diamante delle valute in quanto possiede sia un valore intrinseco che industriale. Vista la sua popolarità, sempre più utenti sono curiosi di sapere le sue qualità, le differenze che ci sono con i Bitcoin e in che modo si può fare trading con esso. Di grande importanza è anche fare attenzione ai potenziali rischi dell’investimento, e il potenziale per estrarlo e creare la propria ricchezza in Ether (ovvero l’unità monetaria attuale dell’Ethereum).

Trading Ripple

Negli ultimi anni si è sentito spesso parlare di Ripple in quanto è stata la seconda moneta virtuale al mondo per un breve lasso di tempo. Se inizialmente è stata considerata avente un valore inferiore a 20 centesimi di $, le sue quotazioni hanno raggiunto poi $3,25 per moneta, continuando a salire. È importante puntualizzare che Ripple è il nome della società, mentre XRP è la moneta. Tuttavia, quasi tutti gli utenti si riferiscono alla moneta chiamandola Ripple. Ripple (XRP) è una moneta differente rispetto ad altre crittografie popolari poiché fu creata da una società privata a scopo di lucro. Questa azienda voleva creare un modo semplice per poter permettere l’invio di denaro a livello globale che non generasse alcun tipo di problema. Voleva fare ciò attraverso Ripple. Un ostacolo che presenta questa criptovaluta è che è piuttosto difficile da comprare, rispetto ad altre, e pretende un numero maggiore di passaggi rispetto ad esempio a Litecoin o Ethereum.

Trading Dash

Dash è una tipologia di criptovalute che sta mettendo i propri sforzi nel voler trovare soluzioni alle problematiche che riguardano Bitcoin. Dash infatti è simile al Bitcoin in quanto è una criptovaluta che si è divisa da Litecoin nel 2014. Uno dei difetti più riconosciuti del Bitcoin in quanto valuta è la velocità. Proprio a questo problema sta lavorando Dash, per cercare soprattutto di rendere più rapide le transazioni, che con Bitcoin richiedono alcuni minuti. L’offerta di Dash infatti si caratterizza da transazioni immediate mediante il protocollo InstantSend. Così come per Ripple, anche Dash non è considerata tra le criptovalute più semplici da comprare proprio perché sono richiesti numerosi passaggi.

Trading Litecoin

Si sente molto parlare di nomi come Bitcoin, Ethereum e Litecoin e la ragione è che il valore di queste criptovalute è aumentato in modo considerevole. Esse infatti sono basate su una complessa matematica e su una tecnologia a catena di blocchi con lo scopo di generare un sistema in grado di fornire all’utente la possibilità di pagare, memorizzare e ricevere valore da tali valute. Litecoin, in particolare, si caratterizza in modo diverso dalle altre valute. Per quale motivo? Innanzitutto è bene centrarsi sulla domanda principale che riguarda il modo in cui si può fare trading con Litecoin. Bisogna possedere sicuramente un wallet digitale o un broker di trading online sicuro e regolamentato. Investire in Litecoin comporta molti rischi, ma allo stesso tempo offre anche un ampio ventaglio di benefici se si prende seriamente.

Trading ADA

Cardano è una criptovaluta di seconda generazione creata nel 2017 che, come altre, sta lavorando per ottenere migliori prestazioni rispetto alla più famosa Bitcoin. Questa valuta digitale usa un coin (ovvero la moneta reale) nominato Ada. Ciononostante, la maggioranza degli utenti la chiama Cardano. Cardano sta lavorando per proteggere la privacy degli utenti, permettendo allo stesso tempo la regolamentazione.

Trading Stellar

Stellar è un progetto sostenuto da nomi celebri, come il co-fondatore Jed McCaleb, nonché co-fondatore di Ripple (XRP). L’obiettivo principale di Stellar è quello di usare questa criptovaluta per consentire alle persone di inviare denaro da un paese all’altro per una sola frazione di centesimo. In questo modo sarebbe più semplice la modalità di invio di denaro, in particolare se si fa riferimento a paesi più poveri. Basta pensare ai paesi in cui non si ha libero accesso alle banche, i cittadini per poter spedire denaro devono usare servizi come MoneyGram o Western Union, entrambi molto costosi. Attraverso Stellar avrebbero la possibilità di inviare direttamente denaro a chi vogliono e in qualsiasi paese si trovano al costo di neanche un centesimo.

Conclusioni

In conclusione, si può affermare che l’investimento in criptovalute potrebbe portare numerosissimi vantaggi. Tuttavia, come abbiamo visto, i rischi legati al trading di monete criptate sono molti, pertanto è necessario che l’utente utilizzi i migliori strumenti a sua disposizione e che abbia delle conoscenze di base, che molte piattaforme di broker offrono gratuitamente. Anche se sei un principiante quindi puoi entrare a far parte del mondo del trading online di criptovalute, l’importante è che lo prendi seriamente e che non consideri questo un gioco.

Lascia un commento