lavorotradingonline

Trading Online lavoro dell’anno 2019? i primi dati lo confermano

Da un inchiesta sul settore sembra proprio che i numeri confermino una crescita constante, nel nostro paese, di operatori finanziari.

Solo nel mese di Gennaio 2019 l’aumento di utenti del trading online è stato del 5% rispetto al Gennaio dell’anno precedente.

Questo forse è dovuto all’attuale fermo economico in cui si trova il nostro paese, con l’incognita recessione sempre dietro l’angolo, che spinge molte persone alla ricerca di vie alternative, a fronte di un mercato lavorativo con poche opportunità, attraverso la rete.

Per molte persone questo settore potrebbe apparire controverso, ma il trading online, se svolto in maniera seria, può risultare un vero e serio lavoro.

Chi opera con il trading online deve alzarsi presto la mattina, esaminare e analizzare i mercati per prendere decisioni day by day, per questo motivo questa attività si presenta non proprio come un hobby.

Quindi chi si avvicina a questo settore per la prima volta deve farlo con delle basi e seguendo una guida al trading online e ai concetti basilari del settore.

Che Cos’è il Trading Online?

La stragrande maggioranza delle persone che vuole operare con il trading online, a volte, non sa nemmeno cosa significa questo termine.

Questo porta i principianti a fare varie scelte sbagliate che portano frequentemente a conseguenze sulle proprie finanze.

Il trading online è l’attività di negoziare sui mercati finanziari di valute, beni, azioni e titoli.

Chi ha dei fondi da investire e le giuste conoscenze può usare questi beni per cercare di guadagnare acquistando e vendendo asset di borsa.

Il trading classico prevedeva l’acquisto dei beni in banca, il trading online invece ci permette di farlo direttamente online con prodotti diversi.

Trading Online con CFD

Un contratto per differenza o più comunemente chiamato CFD è un prodotto finanziario su derivati.

I CFD consentono di investire sui prezzi sia in aumento che in diminuzione sui principali mercati finanziari mondiali come azioni, materie prime, coppie di valute, singole azioni e molto altro.

Con il trading CFD, non si compra o non si vende l’attività sottostante, ma si sta comprando un determinato numero di unità di un determinato strumento a seconda che si pensa che i prezzi aumentino e diminuiranno.

Per ogni punto il prezzo dell’attività sottostante si sposta a proprio favore, si ottiene multipli del numero di unità di CFD che si è acquistato o venduto.

Per ogni punto in cui il valore si muove contro si farà una perdita.

Una delle particolarità dei CFD è che sono un prodotto con leva, questo significa che il trader può depositare solo una percentuale del valore complessivo della negoziazione per aprire una posizione.

La maggior parte del trading online si fa attraverso questi CFD messi a disposizione dai broker che operano su internet.

Questa tipologia di trading consente di effettuare operazioni speculative, perché i profitti sono legati alle performance dei titoli.

Nella tabella sottostante vi proponiamo i migliori broker del settore, che danno la possibilità di effettuare questo tipo di operazioni, testati e recensiti dal nostro staff.

Massimiliano Diamanti

Trader professionista laureato presso la facoltà di Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari della LUISS di Roma, appassionato di trading online CFD e Forex Trading.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *