Video Guida Trading online: Come scegliere il Broker

Il broker è un “intermediario” che si mette fra voi e i mercati finanziari

I broker hanno sempre fornito, per gli operatori professionali, un servizio di intermediazione (ossia di incontro tra domanda e offerta) per il trading online i broker svolgono l’importante funziona di farvi accedere ai mercati finanziari e di fornire anche delle piattaforme molto facili da utilizzare per operare ovunque (app).

Visto che di broker ne esistono centinaia, come facciamo a scegliere quello che fa per noi?

Fondamentalmente dovete dare importanza a questi tre fattori:

  1. Sicurezza;
  2. Servizi;
  3. Costi.

La sicurezza deve stare al primo posto

I broker che vi consigliamo sono solo quelli autorizzati ad operare da un’autorità di vigilanza e regolamentazione dell’unione europea.

La maggior parte dei broker hanno ottenuto la loro autorizzazione dalla CySEC che è l’autorità di vigilanza e regolamentazione cipriota, ma perché a Cipro?
Perché presso la CySEC le procedure di autorizzazione sono sicuramente più rapide e snelle di quelle di altri paesi dell’unione ma la solidità dei controlli rimane la stessa. Considerate che, già quest’anno, la CySEC  ha revocato una licenza ad un broker facendolo prima dell’autorità inglese.

Cosa vuol dire che il broker è autorizzato?

Sostanzialmente che questa società viene controllata e viene verificato, soprattutto, che i fondi investiti dai clienti sia tenuti divisi da quelli della società che, per voi, è la cosa più importante.

Il secondo aspetto di cui dovete tener conto è la quantità e varietà di servizi che offre il broker. Il broker vi deve fornire tanti prodotti su cui operare: forex, CFD, etf, ecc. e, per ogni prodotto, vi deve fornire tanti “sottostanti”. Fornire prodotti forex vuol dire dare anche tante valute su cui operare.

Altro servizio fondamentale è quello di poter operare con Stop Loss e Take Profit: poter inserire una Stop Loss vi consente di operare serenamente perché, al massimo, potrete perdere ciò che siete disposti a perdere e, in più, di aprire delle posizioni senza doverle seguire ogni istante. Anche inserire il Take Profit (ossia il livello di guadagno che vi siete prefissati di ottenere) è importante perché è il traguardo della vostra strategia.

Purtroppo, ancora oggi, molti trader perdono delle opportunità perché non mettono un “limite” al guadagno, ma questo equivale a non guadagnare mai!

Quindi sia Stop Loss che Take Profit sono fondamentali come servizio nel trading online.

Un altro servizio molto utile, soprattutto per chi inizia ad operare sui mercati finanziari, è quello di avere la possibilità di operare su un Conto Demo. Potrete, così, operare con prodotti reali, su mercati reali, con strategie reali ma con soldi virtuali in modo da capire meccanismi come la leva, lo spread denaro lettera, ecc…
Ultimamente, poi, un servizio che è diventato molto molto interessante è quello di offrire una app da installare sul proprio smartphone. Avere una app ci consente, soprattutto sui prodotti con scadenza di breve termine, di operare anche fuori casa o, per tutti gli altri, di seguire l’andamento delle operazioni che abbiamo aperto dal nostro computer.

Ora che avete considerato sicurezza e servizi veniamo ai costi che sono, sostanzialmente, di tre tipi:

  1. Il deposito minimo necessario per aprire un conto;
  2. Lo spread denaro lettera per aprire una posizione;
  3. Il costo di tenere aperta una posizione per un periodo prolungato.

Riguardo al deposito minimo ogni broker ha una politica diversa. Di solito i broker più grandi, e rivolti a clienti più esigenti o più esperti, hanno dei depositi minimi più elevati. Broker che, invece, vogliono farsi conoscere o che hanno un set di prodotti più semplificato, hanno dei depositi minimi più bassi.

Riguardo al bid ask spread, invece, ci sono tantissime differenze e, soprattutto, alcuni broker hanno spread più grandi su alcuni prodotti e più piccoli su altri. Il consiglio è orientarsi su quel broker che offre il bid ask spread più piccolo sul prodotto sui cui volete operare: uno spread piccolo significa che ci sono maggiori possibilità di guadagno perché sarà più facile raggiungere il vostro obiettivo di prezzo.

Un altro costo che può incidere sul vostro trading online è sicuramente quello per tenere le posizioni aperte (come avviene su forex o su altri prodotti) oltre la giornata o nei weekend.

Il costo varia da broker a broker e da prodotto a prodotto pertanto, il modo migliore per capire quanto inciderà questo costo sul vostro trading, è quello di aprire un Conto Demo e controllare questa voce di spesa.

Quindi ora andate sulla nostra pagina:

Migliori Broker Trading online testati e recensiti

Vorresti provare il Trading online con un Conto Demo Gratuito sul Broker XTB, aprendo un conto demo con il broker XTB non hai ne obblighi ne vincoli di versamento.

Clicca qui per aprire un Conto Demo Gratuito con XTB.

Leggi la nostra recensione sul broker XTB.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *